Dal 24 Febbraio al 3 Marzo
Parco Raffaele Pettazzoni, 5A, 40017 San Giovanni in Persiceto BO

Carnevale di San Giovanni in Persiceto 2019

Il Carnevale di San Giovanni in Persiceto è tra i più belli e colorati dell’Emilia Romagna.

La sfilata di carri allegorici nasce nel 1874 e fin da allora vede un vincitore che ottiene il Gonfalone Bianco. Deve le sue origini alla fondazione della Società di Bertoldo, la prima fra le società carnevalesche che ancora oggi gareggia.

Il personaggio di Bertoldo si diffuse nella provincia di Bologna durante il Rinascimento quando lo scrittore Giulio Cesare Croce ne diede una descrizione ironica e burlesca.

Nel 500, Bertoldo assieme a Bertoldino e Marcolfa divenne la maschera tipica del carnevale persicetano. Con il tempo assunse maggiore importanza, divenendo una sorta di giullare di corte.

I punti forti di questo carnevale sono la sfilata dei carri e le mascherate in gruppo nel centro storico della città.

Ci sono anche le sfilate dei bambini e i corsi mascherati che completano un evento ricco di musica, scherzi e dolciumi della tradizione emiliana.

Programmma 2019 del Carnevale di San Giovanni in Persiceto.

Si svolgerà fra domenica 24 Febbraio e domenica 03 Marzo.
L'associazione del carnevale persicetano è sempre impegnato nell’organizzazione di questo unico ed imperdibile evento.

Oggi sono 13 le Società carnevalesche che aderiscono alla festa e si dedicato alla costruzione degli elaboratissimi carri, nel tempo libero e a proprie spese.

Si tratta di un lavoro che si svolge nelle ore notturne perché di giorno si lavora e coinvolge cittadini mossi dalla voglia di tenere viva questa tradizione.

La sfilata dei carri si svolge in un giro circolare lungo le vie cittadine e si conclude Piazza del Popolo.

Ciascun carro si trasforma in un teatro dove vengono rappresentate brevi esibizioni burlesche.

Viene premiato il carro più spettacolare che riceve il Gonfalone bianco.
Dopo il gonfalone bianco, vengono assegnati altri gonfaloni, ma sempre più scuri, fino all'ultimo di colore nero.

Le maschere tradizionali persicetane, hanno nomi dialettali come Santón e Ocarón e filano singolarmente o in gruppo.

Il carnevale si conclude nel pomeriggio della seconda domenica con la tradizionale bruciata del Re Bertoldo.